Considerazioni subbacquee

solo-diving

Moderatore: zeta zeta

Considerazioni subbacquee

UNREAD_POSTda rostersub » 10 apr 2018, 17:32

Considerazioni subbacquee.
Purtroppo per ragioni d'età sono vicino alla "pensione" subbacquea :oops: e voglio esternare delle mie acide riflessioni :argh . Ho maturato per esperienze dirette su un certo tipo di subbacquei che ho potuto "visionare" da vicino stabilendo il seguente:
1) Il subbacqueo Teorico: quello che sa tutto, quello che c'ha dodici bombole appresso, quello che conosce a memoria tutte le sigle possibili e immaginabili, quello che quando sei a -50 ti pianta in asso perchè ha sforato di 10 mt quello che prevede la didattica XYW :shock:
2) Il subbacqueo Pseudo Esperto: quello che sa tutto perchè a suo dire ha provato tutte le esperienze possibili e immaginabili e quindi con lui sei in una botte di ferro.......ecco proprio di ferro! ed essendo notorio che il ferro non galleggia rischi di andare a fondo con lui. Perchè sarà anche esperto ma fa le immersioni ad cazzum secondo suoi schemi fregandosene del "povero" compagno/i. Quello che non puoi permetterti di dire <ma forse......> :(
3) Il subbacqueo dei Venti metri finali: sono quelli che diventano "bravi" in risalita. Quelli che pare vogliano schizzare fuori dall'acqua. Più desiderosi di uscire di quanto non lo siano nel stare a fondo.....o andare sul fondo, e appena risalgono pare abbiano le ali alle pinne. :wink:
4) Il subbacqueo che "prima era un Open è adesso è diventato un istruttore" e non può più fare le immersioni con te che tra l'altro non sei neppure "imparato" e perchè l'aureola gli impedisce di mettersi la maschera...... e non può più fare le immersioni che non siano di corso. :cry:
5) Il subbacqueo che fa sempre, ma sempre, ma sempre l'immersione nello stesso posto e con lo stesso profilo che però ogni tanto trova l'acqua più fredda, più torbida, più bagnata..... :shock:
6) Il subbacqueo che fa i Corsi! che ogni domenica non c'è perchè sta facendo un corso. Ha un casellario di brevetti da far paura ma pensa sempre che gli manca un corso di approfondimento del corso .......... Insomma chi l'ha visto?? :cool:
7) Il subbacqueo Apprensivo. Quello che ti sta attaccato come fosse una ventosa e appena c'è qualcosa di diverso dal suo programma s'impanica e comincia ad agitarsi. L'iimersione per lui deve essere come la Padi bibbia. Sgarrare di un qualcosa è pseudonimo di tragedia. figuriamoci se rimane solo in acqua. :mrgreen:
8) e poi c'è quello che preferisco io il subbacqueo NORMALE. Quello che fa le immersioni in semplicità confessando le sue paure, che commette quei piccoli e giustificati errori, quello che conscio del suo essere subbacqueo si ferma se non si sente sicuro, quello che ti fa cenno di risalire ma che se si sente a posto sta lì tranquillo. Quello che non ti rompe la m***** se l'immersione è diversa da come era stato stabilito..... :sub:
in ogni caso quello che io preferisco sicuramene è Il subbacqueo SOLITARIO, nessun sbattimento di cui sopra, nessun problema di comunicazione, di strategia, di paragoni, di livelli, di corsi, di spaccamenti ad minchien....... :argh :argh
Un saluto per tutti! :ciao
non abbiamo ereditato questo mondo dai nostri padri ma lo abbiamo preso in prestito dai nostri figli (cit Orso Bruno capo Navajo)
Avatar utente
rostersub
Fondalista DOC
Fondalista DOC
 
Messaggi: 1857
Iscritto il: 17 lug 2009, 17:07
Località: Brianza

Re: Considerazioni subbacquee

UNREAD_POSTda dodox » 10 apr 2018, 21:41

:love1:
"Un buon sommozzatore si fa come il baccalà, bisogna farlo marcire nell'acqua." [Ferraro]
''Parlare di musica è come ballare di architettura.'' [F.Zappa]
Avatar utente
dodox
Fondalista abituale
Fondalista abituale
 
Messaggi: 877
Iscritto il: 28 apr 2010, 16:35
Località: Cuneo

Re: Considerazioni subbacquee

UNREAD_POSTda Orco » 12 apr 2018, 12:02

rostersub ha scritto:Considerazioni subbacquee..............................................................................................................................................
:ciao


:ride:7 RAZZISTA! :ride:7

Nelle immersioni minimo di coppia o di gruppo la mia visione prende spunto da una frase che dice più o meno " o comandi, o ti fai comandare, o te ne vai fuori dai piedi/pinne". Quindi essere preparati ad ogni evenienza.
Pertanto l'immersione solitaria è la soluzione finale. In ogni caso con gli amici veri e quelli che poi ho conosciuto in rete e sono diventati amici veri, faccio immersioni belle anche se le condizioni non sono ideali, per non parlare poi del post immersione.
:ciao
Su con la vita Roster, ho appena passato i miei primi 30 anni di acqua :smile4
Orco
Fondalista DOC
Fondalista DOC
 
Messaggi: 1442
Iscritto il: 20 ott 2011, 12:35

Re: Considerazioni subbacquee

UNREAD_POSTda rostersub » 12 apr 2018, 17:55

:smile4
non abbiamo ereditato questo mondo dai nostri padri ma lo abbiamo preso in prestito dai nostri figli (cit Orso Bruno capo Navajo)
Avatar utente
rostersub
Fondalista DOC
Fondalista DOC
 
Messaggi: 1857
Iscritto il: 17 lug 2009, 17:07
Località: Brianza

Re: Considerazioni subbacquee

UNREAD_POSTda zeta zeta » 16 apr 2018, 19:34

Orco ha scritto:
rostersub ha scritto:Considerazioni subbacquee..............................................................................................................................................
:ciao


:ride:7 RAZZISTA! :ride:7

Nelle immersioni minimo di coppia o di gruppo la mia visione prende spunto da una frase che dice più o meno " o comandi, o ti fai comandare, o te ne vai fuori dai piedi/pinne". Quindi essere preparati ad ogni evenienza.
Pertanto l'immersione solitaria èla soluzione finale. In ogni caso con gli amici veri e quelli che poi ho conosciuto in rete e sono diventati amici veri, faccio immersioni belle anche se le condizioni non sono ideali, per non parlare poi del post immersione.
:ciao
Su con la vita Roster, ho appena passato i miei primi 30 anni di acqua :smile4


:roll: :o beh, non esageriamo ...... :ride6 :buah: :ride6 :buah:
"Ciao piccolina, ma il tuo papà che lavoro fa?"
... ... ...
"...mumble...mumble...Ah si! Le immersioni in montagna!"

http://www.montagnesommerse.blogspot.com
Avatar utente
zeta zeta
CACCIATORE DI EMOZIONI
 
Messaggi: 1979
Iscritto il: 29 mar 2008, 16:21
Località: Pescara Centrale-ABRUZZO

Re: Considerazioni subbacquee

UNREAD_POSTda rostersub » 17 apr 2018, 8:28

prendo spunto dalle risposte sopra esposte per affermare che usiamo con troppa superficialità la parola "amico". Spesso sono proprio gli
"amici" quelli che ti fregano e approfittano proprio del fatto che tu li consideri "amico" e quindi abbassi la diffidenza. Discorso scontato? Può darsi, ma purtroppo è la dura realtà!. Solo in rare occasioni e con pochissime persone mi sento di catalogarli come amico, , ma dopo tanti anni di frequentazione, ma sopratutto dopo che veramente si è vissuto qualcosa per cui si è potuto scoprire la vera natura di quello che consideri o hai considerato "amico" . Per tutti gli altri uso, come tutti, la parola "amico" ma sarebbe giusto usare la parola conoscente, affine, alleato, compagno........ Scusate la divagazione extra :sub:
:ciao :ciao
non abbiamo ereditato questo mondo dai nostri padri ma lo abbiamo preso in prestito dai nostri figli (cit Orso Bruno capo Navajo)
Avatar utente
rostersub
Fondalista DOC
Fondalista DOC
 
Messaggi: 1857
Iscritto il: 17 lug 2009, 17:07
Località: Brianza

Re: Considerazioni subbacquee

UNREAD_POSTda bullshark » 17 apr 2018, 10:29

Quando poi la persona, che potresti considerare conoscente, la saluti dopo l'immersione perchè (in questo caso) la incroci sul punto di immersione e quella neanche ti risponde e dopo che le chiedi se si ricorda di te (perché ti viene il dubbio che l'Alzheimer l'abbia inesorabilmente colpito) solo allora ti risponde e a fatica, ecco che da potenziale conoscente decade a sottomerda deambulante! Croce sopra e si va avanti! :lol:

:mrgreen:
Ho ripreso a drogarmi d'azoto!
bullshark
Fondalista Master
Fondalista Master
 
Messaggi: 2859
Iscritto il: 31 ago 2009, 21:25

Re: Considerazioni subbacquee

UNREAD_POSTda Orco » 17 apr 2018, 16:32

bullshark ha scritto:Quando poi la persona, che potresti considerare conoscente, la saluti dopo l'immersione perchè (in questo caso) la incroci sul punto di immersione e quella neanche ti risponde e dopo che le chiedi se si ricorda di te (perché ti viene il dubbio che l'Alzheimer l'abbia inesorabilmente colpito) solo allora ti risponde e a fatica, ecco che da potenziale conoscente decade a sottomerda deambulante! Croce sopra e si va avanti! :lol:

:mrgreen:


:oops: :oops: mmm.... nel mio caso può essere Alzheimer :cry:
Orco
Fondalista DOC
Fondalista DOC
 
Messaggi: 1442
Iscritto il: 20 ott 2011, 12:35

Re: Considerazioni subbacquee

UNREAD_POSTda Marena Sub » 23 apr 2018, 11:18

La realtà subacquea è LA realtà più avariata che mi sia mai capitato di frequentare , si parte dal celodurimso estremo fino ad arrivare all'estrema falsa modestia , dai millantatori seriali fino agli impanicati cronici i quali ti fanno domandare ma perchè cazzzzzzzzzzzzo vanno sott'acqua . Mi rendo conto d'esser io in prima persona l'avariato dalla "differente" giovinezza , ma non sarò mai in grado di raggiungere i livelli visti e letti .
Orco , amico mio , me stò ad organizzà ..........
Per il discorso amici ......... beh il tempo è e sarà galantuomo .
Ciao Zane Davide
Cit.Bull : Limitatevi a quote più idonee alla vostra preparazione e al vostro confort. Nessuno tra quelli che praticano immersioni in aria profonda vi giudicherà o vi dirà che sbagliate.
Avatar utente
Marena Sub
Fondalista DOC
Fondalista DOC
 
Messaggi: 1399
Iscritto il: 5 mag 2008, 13:06
Località: Desenzano del Garda -BS-

Re: Considerazioni subbacquee

UNREAD_POSTda paolino » 23 apr 2018, 12:50

rostersub ha scritto:Considerazioni subbacquee.
Purtroppo per ragioni d'età sono vicino alla "pensione" subbacquea :oops: e voglio esternare delle mie acide riflessioni :argh . Ho maturato per esperienze dirette su un certo tipo di subbacquei che ho potuto "visionare" da vicino stabilendo il seguente:
1) Il subbacqueo Teorico: quello che sa tutto, quello che c'ha dodici bombole appresso, quello che conosce a memoria tutte le sigle possibili e immaginabili, quello che quando sei a -50 ti pianta in asso perchè ha sforato di 10 mt quello che prevede la didattica XYW :shock:
2) Il subbacqueo Pseudo Esperto: quello che sa tutto perchè a suo dire ha provato tutte le esperienze possibili e immaginabili e quindi con lui sei in una botte di ferro.......ecco proprio di ferro! ed essendo notorio che il ferro non galleggia rischi di andare a fondo con lui. Perchè sarà anche esperto ma fa le immersioni ad cazzum secondo suoi schemi fregandosene del "povero" compagno/i. Quello che non puoi permetterti di dire <ma forse......> :(
3) Il subbacqueo dei Venti metri finali: sono quelli che diventano "bravi" in risalita. Quelli che pare vogliano schizzare fuori dall'acqua. Più desiderosi di uscire di quanto non lo siano nel stare a fondo.....o andare sul fondo, e appena risalgono pare abbiano le ali alle pinne. :wink:
4) Il subbacqueo che "prima era un Open è adesso è diventato un istruttore" e non può più fare le immersioni con te che tra l'altro non sei neppure "imparato" e perchè l'aureola gli impedisce di mettersi la maschera...... e non può più fare le immersioni che non siano di corso. :cry:
5) Il subbacqueo che fa sempre, ma sempre, ma sempre l'immersione nello stesso posto e con lo stesso profilo che però ogni tanto trova l'acqua più fredda, più torbida, più bagnata..... :shock:
6) Il subbacqueo che fa i Corsi! che ogni domenica non c'è perchè sta facendo un corso. Ha un casellario di brevetti da far paura ma pensa sempre che gli manca un corso di approfondimento del corso .......... Insomma chi l'ha visto?? :cool:
7) Il subbacqueo Apprensivo. Quello che ti sta attaccato come fosse una ventosa e appena c'è qualcosa di diverso dal suo programma s'impanica e comincia ad agitarsi. L'iimersione per lui deve essere come la Padi bibbia. Sgarrare di un qualcosa è pseudonimo di tragedia. figuriamoci se rimane solo in acqua. :mrgreen:
8) e poi c'è quello che preferisco io il subbacqueo NORMALE. Quello che fa le immersioni in semplicità confessando le sue paure, che commette quei piccoli e giustificati errori, quello che conscio del suo essere subbacqueo si ferma se non si sente sicuro, quello che ti fa cenno di risalire ma che se si sente a posto sta lì tranquillo. Quello che non ti rompe la m***** se l'immersione è diversa da come era stato stabilito..... :sub:
in ogni caso quello che io preferisco sicuramene è Il subbacqueo SOLITARIO, nessun sbattimento di cui sopra, nessun problema di comunicazione, di strategia, di paragoni, di livelli, di corsi, di spaccamenti ad minchien....... :argh :argh
Un saluto per tutti! :ciao


Condivido quelle che dite e proprio per evitare di inciampare in queste dinamiche mi immergo quasi sempre con AMICI sempre gli stessi con cui condivido questa passione.
Poi ovvio frequento laghi, diving e tutto il resto , quindi certe situazioni le vivo, ma non me le vado a cercare, mi spiego.

Preferisco immergermi sempre con gli stessi amici in posti diversi che con nuovi amici sempre nelle stesse situazioni. :wink:
Non disdegno tuffi in solitaria dopo 15 anni ci sono arrivato e mi piacciono di brutto, ormai il 30% dei miei in tuffi è in solitaria.

Detto questo amo confrontarmi con tutti su tutto e ascoltare le loro esperienze e raccontare le mie , però in acqua vedo troppa gente a volte sconosciuta che pianifica al volo immersioni o su gruppi di wastup o sullo molo /parcheggi .
Oggi con tutto questi social(con i quali sono il primo a giocare) è abitudine fare "ammucchiate" , quasi certamente è un mio limite, forse la faccio più complessa di quello che è!

Un Tuffo va sviscerato all'interno di un gruppo di persone dove si condividono procedure , e modus operandi!, dove caso mai si conoscono le criticità o punti di forza di ogni membro.
Nel mio team siamo tutti di didattiche diverse , per chiarire non è un tema di standard e altro.
Dal momento che non lo faccio di lavoro non vedo perché debba scendere in acqua con compagni occasionali che possano crearmi problemi.

Per carità non ho problemi a fare una paretella al lago al mare 50/60mt con tutti, però parliamone....
:sub:
Quando guardi a lungo nell'abisso, l'abisso ti guarda dentro
Friedrich Nietzsche
www.profondeemozioni.blogspot.com
Avatar utente
paolino
Fondalista Master
Fondalista Master
 
Messaggi: 2082
Iscritto il: 19 ott 2008, 18:55
Località: Italy-Monza


Torna a L'immersione solitaria

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti



cron